Categorie

Newsletter

Orthobby. Ovvero come trasformare l'orto in una palestra sportiva Vedi a schermo intero

Orthobby. Ovvero come trasformare l'orto in una palestra sportiva

Marco Biffani

Maggiori dettagli

ISBN 9788867521333

4.99 €

Nessun punto fedeltà per questo prodotto.


Orthobby. Ovvero come trasformare l'orto in una palestra sportiva <p style="margin-bottom: 0cm;" align="JUSTIFY">"Avete mai dissotterrato delle patate? Avete mai aiutato a cogliere pomodori, carote, fave? Avete mai aiutato qualcuno a zappettare la terra di un giardino? Siete mai stati coinvolti dagli amici, per farne una occasione per un barbecue?<br />In genere in città, solo chi possiede una villa può disporre di un orto. Il lavorarlo richiede un piacevole impegno fisico ed una grossa soddisfazione."<br />Biffani vede l’orto come una propaggine della villa, con tutti i vantaggi che ne conseguono. E si è inventato l’Hong Kong…<br />Il produrre qualcosa di commestibile risveglia in noi qualcosa di atavico.<br />Il gustare la freschezza della frutta o della verdura appena colta, è una sensazione quasi dimenticata.<br />E poi quel piacevole senso fisico di appagamento che segue uno sforzo, una corsa, una serie di esercizi fisici impegnativi. Serotonina ed endorfine a go go!<br />E’ ormai acquisito il concetto salvifico dell’ortoterapia che riduce lo stress.<em><strong><br />E allora perché non fare dell’orticultura oltre che un piacevole sport anche un business?</strong></em></p>
4.99 €

"Avete mai dissotterrato delle patate? Avete mai aiutato a cogliere pomodori, carote, fave? Avete mai aiutato qualcuno a zappettare la terra di un giardino? Siete mai stati coinvolti dagli amici, per farne una occasione per un barbecue?
In genere in città, solo chi possiede una villa può disporre di un orto. Il lavorarlo richiede un piacevole impegno fisico ed una grossa soddisfazione."
Biffani vede l’orto come una propaggine della villa, con tutti i vantaggi che ne conseguono. E si è inventato l’Hong Kong…
Il produrre qualcosa di commestibile risveglia in noi qualcosa di atavico.
Il gustare la freschezza della frutta o della verdura appena colta, è una sensazione quasi dimenticata.
E poi quel piacevole senso fisico di appagamento che segue uno sforzo, una corsa, una serie di esercizi fisici impegnativi. Serotonina ed endorfine a go go!
E’ ormai acquisito il concetto salvifico dell’ortoterapia che riduce lo stress.
E allora perché non fare dell’orticultura oltre che un piacevole sport anche un business?